EDICOLA ENERGIA / ARKOL – Il progetto che trasforma gli edifici in collettori solari

HomeMef MagazineEDICOLA ENERGIA / ARKOL – Il progetto che trasforma gli edifici in collettori solari

 

Palazzi le cui facciate sono in grado di assorbire l’energia solare come dei pannelli fotovoltaici. Non si tratta di metropoli di un film futuristico, ma del prossimo futuro.

Si tratta di Arkol, progetto a cui lavorano un team di scienziati dell’istituto di ricerca tedesco Fraunhofer Ise, che permette di sviluppare collettori solari da applicare, come una seconda pelle, sulle facciate dei palazzi.

Si lavora a due soluzioni differenti: un collettore a striscia per le mura e una persiana speciale per le vetrate. Il primo fonde un alto livello di efficienza con ampie possibilità di progettazione architettonica, permettendo l’utilizzo di legno o gesso nella zona tra le bande solari.

Invece la ”tapparella solare” permetterebbe una regolazione ottimale dell’energia solare attraverso le vetrate dell’edificio. «Queste tende raggiungono temperature elevate, che aumentano la necessità di raffreddamento dell’edificio. Le tende solari termiche possono muoversi liberamente come normali persiane, ma allo stesso tempo, fornire calore e ridurre la quantità di energia che entra all’interno dell’edificio», spiega l’ingegnere Christoph Maurer, a capo del gruppo Solar Thermal Facades.

 

 

(Fonte: Rinnovabili.it; Una seconda pelle di solare termico per gli edifici di domani; 08-02-2017)