«Di certo non starò a guardare», dichiara Michele Emiliano, governatore della Puglia, che annuncia la sua probabile candidatura come segretario del PD dagli studi televisivi di La 7. Non risparmia neanche critiche a Matteo Renzi, come si leggge in un ampio articolo della Gazzetta del Mezzogiorno, soprattutto sulla riforma costituzionale e sulle dimissioni dell’ex premier, affermando di aver fatto un favore a tutti i suoi avversari.
Emiliano esprime anche il suo scetticismo sul progetto Mezzogiorno del segretario del partito, spiegando che al sud il PD vive una dimensione totalmente diversa da quella di Toscana e Emilia.

Lo schierarsi contro Renzi, però, non vuol dire schierarsi con D’Alema, come assicura lo stesso Emiliano, spendendo anche qualche parola sul suo programma. «Il centrosinistra unito – afferma – è un’idea giusta. Immaginare di tenere insieme dal cattolicesimo democratico alla sinistra è un buon progetto».
Non mancano, inoltre, polemiche col governo Renzi sul Patto per la Puglia, definendolo ”un espediente mediatico” e scherza su una sua eventuale candidatura nel Movimento 5 Stelle : «Mi caccerebbero subito – aggiunge Emiliano – perchè sarei contrario a qualche affermazione del capo».

Sulle critiche di Emiliano sul Patto per la Puglia, ha risposto Claudio De Vincenti, ministro per la Coesione sociale’. «Il patto per la Puglia testimonia l’attenzione del Presidente Renzi verso i cittadini pugliesi. Per loro il Governo porterà avanti questo Patto, nonostante il comportamento irresponsabile del governatore della regione. Altro che espediente mediatico».

(Fonte: La Gazzetta Del Mezzogiorno; Emiliano pronto a sfidare Renzi in nome del sud; 23-01-2017; Pagina 1+6/7)

Condividi su