Con l’aumento dei costi per l’approvvigionamento dell’energia elettrica viene alla luce l’effetto negativo una politica che non ha mai mirato all’autosufficienza. E’ quanto riporta il quotidiano Il Mattino in un articolo a firma Nando Santonastaso, che interpella anche il presidente della Fondazione Matching Energies, Marco Zigon (in foto). ” La soluzione definitiva del problema appare lontana per un Paese come l’Italia che copre con l’import il 77% del fabbisogno energetico rispetto al 58% della media Ue, subendo di conseguenza gli aumenti dei costi delle materie prime, causa numero uno dei rincari energetici”, scrive Santonastaso. “Dipendiamo da un solo tubo di approvvigionamento del gas, quello che arriva dalla Russia attraverso l’Ucraina, Paesi che in questo momento non vivono certo relazioni pacifiche”, evidenzia Zigon.

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *