L’accordo di Glasgow, sintetizzato nell’acronimo Cop26, è al centro di un’intervista rilasciata al Corriere del Mezzogiorno (leggi qui il testo integrale) dal presidente della Fondazione Matching Energies, Marco Zigon. “Il futuro è certamente nell’aumento della quota di rinnovabili – dice l’imprenditore partenopeo – però dobbiamo lavorare sulle tecnologie e sui sistemi di accumulo, capitolo a parte invece per l’idrogeno”. Nell’intervista del 17 novembre Zigon ripete un altro concetto a lui molto caro, quello del Sud Italia “come Hub internazionale delle energie verdi, le potenzialità ci sono ma bisogna avere un progetto”. Il 26 novembre, sul Mattino (leggi qui il testo integrale), Zigon si racconta in una lunga chiacchierata. La storia dell’azienda di famiglia, Getra, gli anni della gioventù e la passione per le barche d’epoca i temi trattati in quello che è un vero e proprio autoritratto.
Condividi su