Le emissioni di CO2 nel settore del trasporto marittimo non avranno significativi freni nei prossimi 10 anni. Lo rivela un articolo del quotidiano Il Manifesto che parla delle decisioni dell’International Maritime Organization, l’Agenzia dell’ONU per la navigazione. Le società marittime potranno aumentare, entro il 2030, le emissioni in atmosfera al ritmo del 14% annuo, contro una previsione di crescita del 15%. Una situazione che preoccupa non poco gli scienziati, secondo i quali iniziare a ridurre la circolazione anidride carbonica nell’aria tra un decennio non risponde all’esigenza di attuare soluzioni rapide e drastiche per scongiurare la catastrofe ambientale.
LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO
Condividi su