Alla vigilia dell’addio alla presidenza della Fondazione Con il Sud, Carlo Borgomeo (in foto) traccia un bilancio dell’attività svolta e lancia un messaggio. “Investire nel sociale è il vero motore della crescita del Mezzogiorno. Il motivo? Questi interventi hanno carattere duraturo e producono effetti concreti”. E’ quanto rivela in un’intervista rilasciata al quotidiano Avvenire. “Negli anni abbiamo registrato circa 35mila prestiti d’onore e quasi 15mila nuovi posti di lavoro. Un grande successo è stata la legge sull’imprenditoria giovanile che ha permesso, per fare un esempio, la nascita di aziende come Harmont & Blaine e Feudi di San Gregorio che oggi sono dei colossi nel loro settore”. La principale preoccupazione, invece, “è il tasso di elevata denatalità che ormai colpisce anche il Sud”. Quanto all’autonomia differenziata “nasce da un principio inserito in Costituzione – evidenzia Borgomeo – ma la Carta stabilisce anche il principio della solidarietà che oggi non vedo”.
Condividi su