«Per ripartire è fondamentale che il Patto per il Paese comprenda il Sud: se il Mezzogiorno dovesse raggiungere lo stesso slancio che oggi ha per esempio il Veneto, all’estero l’Italia non avrebbe rivali con i soldi del Pnrr investiremo oltre 14 miliardi di euro lungo tre pilastri: il primo è quello delle infrastrutture materiali e immateriali. Il secondo è quello di valorizzare la posizione del Mezzogiorno come ponte sul Mediterraneo attraverso i porti, gli interporti e le Zes. E il terzo è il fronte del welfare: non possono più esistere cittadini di serie A e serie B. Dobbiamo garantire per esempio asili nido almeno per il 33% dei bambini al Sud, contro il 13% attuale». Lo dice Mara Carfagna (in foto), ministra per il Sud e la Coesione Territoriale nel corso dell’edizione 2021 del Made in Italy Summit, organizzata da Sole 24 Ore, Financial Times e Sky Tg24.
LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO
Condividi su