Si chiama Adapting Lighting ed è la nuova illuminazione pubblica intelligente. Consente di regolare l’intensità della luce a led sulle strade cittadine in base a traffico e alle condizioni climatiche e di visibilità. Lo scrive il Sole 24 Ore in un articolo a firma di Laura Serafini. Un complesso sistema di sensori localizzati sui lampioni e l’utilizzo di algoritmi abilitano il monitoraggio in tempo reale e la regolazione remota dell’illuminazione, calcolando il risparmio energetico al momento. Enel X, società dei servizi innovativi del gruppo Enel, quest’anno per la prima volta espone le sue tecnologie al Ces di Las Vegas nel nuovo padiglione dedicato alle Smart Cities. Il gruppo italiano ha sperimentato il nuovo software nel 2018 con l’amministrazione cittadina di Bologna, presso la quale aveva vinto la gara per la gestione del servizio. L’esperimento è andato molto bene e ora Enel X ha cominciato a commercializzare l’offerta nelle nuove gare o implementando i contratti negli appalti già vinti. Questa forma di controllo innovativo, oltre a risparmiare nei consumi elettrici, consente alle amministrazioni pubbliche di affinare la pianificazione dell’illuminazione nella città. Il sistema è basato su collegamento attraverso telefonia mobile o wireless del sensore; l’elaborazione dei dati raccolti, che comunque avviene nel rispetto della privacy, viene poi immagazzinata in megadati che possono anche essere utilizzati dalle forze dell’ordine.
Condividi su