“Il summit di Napoli va considerato innanzitutto come un ulteriore passo in avanti verso gli obiettivi ambiziosi che l’Europa si è data in materia di transizione energetica”. Lo dice Marco Zigon (in foto), presidente di MEF e del Gruppo Getra in un’intervista al quotidiano Il Mattino. Il periodo di transizione verso le fonti energetiche ecocompatibili “non sarà breve – precisa l’imprenditore napoletano – soprattutto perché al momento l’esigenza primaria è quella di recuperare le quote di Pil cancellate dalla pandemia”. Ma di sicuro l’obiettivo deve essere raggiunto. “Ci arriveremo per gradi e il Sud giocherà un ruolo da protagonista. Bisogno però sapere che occorrono accordi transnazionali e reti di interconnessione con gli altri Paesi del Mediterraneo”, chiarisce l’ingegnere.
LEGGI L’INTERVISTA COMPLETA 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *