La situazione della guerra in Ucraina, che continua a provocare sterminio e orrore, è sempre in bilico tra una trattativa finalmente concludente e un ulteriore inasprimento bellico. Christine Lagarde ha affermato che la Bce è pronta ad adottare tutte le misure necessarie, nel caso gli effetti del conflitto continuino a soffocare la ripresa. Per gli strateghi di Goldman Sachs, le banche centrali dovrebbero prepararsi a combattere una “guerra valutaria al contrario”. Lo scrive l’economista Amedeo Lepore (in foto) sulle colonne del quotidiano Il Mattino, nell’edizione del 24 marzo. Per attutire il colpo del caro prezzi, trainato dall’energia, Lepore individua come unica strada la riduzione delle tasse.

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *