La Danimarca punta forte sull’eolico offshore con l’innovativo progetto che prevede la costruzione di due isole artificiali, le “energy hub”, nel Mare del Nord e nel Mar Baltico. La prima sorgerà a 80 chilometri dalla costa della penisola Jutland, alimentata da centinaia di turbine (fino a 600) costantemente al lavoro per produrre energia pulita da immagazzinare e distribuire ai territori circostanti. A regime la prima energy island produrrà energia rinnovabile per soddisfare il fabbisogno di elettricità di tre milioni di famiglie. Si estenderà per 120mila metri quadrati e oltre agli usi domestici, quando dagli iniziali 3 GW si passerà ai previsti 10GW, potrà alimentare con idrogeno verde il fabbisogno energetico di trasporti marittimi, aerei e industrie.
LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO 
Condividi su