“Investitori, diplomatici, imprese sono consapevoli che il prossimo decade vedrà una crescente centralità del Mediterraneo, nella sua dimensione allargata alla Penisola Arabica, e che il Sud Italia è candidato a essere protagonista di questo processo attraverso le sue otto Zone Economiche Speciali, con burocrazia zero e tassazione ridotta. Zone che  si trasformeranno in 5 anni in altrettanti snodi di un sistema efficiente di collegamenti ferroviari, portuali, aeroportuali e stradali”. Lo ha detto il ministro per il Sud e la Coesione Territoriale Mara Carfagna (in foto) al termine dell’incontro al Padiglione Italia dell’Expo di Dubai. “E’ tempo di guardare a Sud – ha proseguito Carfagna – per una serie di rilevanti fattori: l’ampliamento del Canale di Suez, l’emergere dell’Africa come grande e crescente mercato di produttori energetici e consumatori, la costruzione di nuove infrastrutture tra Medio Oriente e Europa e tra Africa ed Europa. Chi nei prossimi mesi si affaccerà nel Sud Italia per fare impresa e investire farà una scelta lungimirante e altamente produttiva”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *