“Le infrastrutture e la mobilità sono uno strumento potente di lotta alle diseguaglianze. Per questo nella programmazione finanziaria del ministero dei prossimi sei anni il 50 per cento degli investimenti andranno al Sud”. È quanto ha annunciato la ministra dei Trasporti, Paola De Micheli (in foto), in collegamento a distanza, alla conferenza sui trasporti organizzata dalla Cigil siciliana. “Nei prossimi sei anni – ha aggiunto De Micheli – per rivoluzionare i trasporti ci sono investimenti che vanno trasformati in opere e affinché ciò accada ogni singolo progetto va seguito nei dettagli: il finanziamento non esaurisce l’impegno. Il Recovery è una parte del piano, il documento ‘Italia Veloce’ è stato presentato lo scorso giugno e contiene una visione unitaria del Paese, un quadro condiviso”. “Sul piano dei trasporti il Sud – ha spiegato la ministra – potrà contare non solo sul Recovery, ma anche su investimenti che derivano dalla legislazione vigente, dai fondi Ue e dalla spesa incrementale, per un totale di 80 miliardi. Nel Recovery sono previsti 5 miliardi per il trasporto locale, ai quali ne vanno aggiunti i 2 della legislazione vigente ha precisato De Micheli, sottolineando che “quello del trasporto locale è un tema strategico per il Paese”.
Condividi su