Il costo della produzione di energia rinnovabile è in netto calo e sta diventando sempre più competitivo rispetto alle fonti di energia fossile. Un rapporto dell’International Renewable Energy Agency (Irena) mostra che l’86 per cento della nuova capacità di energia verde installata nel 2022 ha costi inferiori all’energia da combustibili fossili. Nel corso degli ultimi 13-15 anni, i costi di produzione dell’energia rinnovabile sono diminuiti significativamente. Il fotovoltaico è diventato l’89 per cento più economico, mentre l’eolico onshore ha registrato una diminuzione del 69 per cento. Questa tendenza al ribasso dei costi continua anche quando si verificano aumenti nei materiali e nei componenti. Il costo medio ponderato globale dell’energia solare fotovoltaica su larga scala è ora di 0,049 dollari per kWh, quasi un terzo in meno rispetto all’energia fossile più economica. Questi dati dimostrano che le energie rinnovabili stanno diventando competitive senza necessità di sostegno finanziario e hanno permesso di risparmiare al mondo miliardi di dollari sui costi dei combustibili fossili inquinanti. Tuttavia, le riduzioni dei costi variano tra le diverse tecnologie rinnovabili, ma nel complesso, il settore sta contribuendo a una transizione verso un sistema energetico più sostenibile ed ecologico. Tutta l’energia pulita generata ha fatto risparmiare al mondo 520 miliardi di dollari sui costi dei carburanti inquinanti.

LEGGI QUI IL RAPPORTO COMPLETO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *